Bologna
9/13 novembre 2016

Programma incontri

Mercoledì 9 novembre, ore 14.00 – 14.45 (Sala EIMA WEB TV)

Biomassa da espianti di frutteti: sistemi di lavoro efficienti per la rimozione di fusti e ceppe

Relatore: Gianni Picchi (CNR IVALSA – ITABIA)

Un mercato della frutta sempre più esigente costringe i produttori di frutta a cicli produttivi sempre più brevi per i frutteti. Questo comporta frequenti espianti per rinnovo varietale e un ingente costo per i produttori. Nel seminario vengono presentate macchine specifiche per la rimozione delle colture legnose che possono consentire di coprire i costi di espianto con il valore della biomassa prodotta da fusti e radici.


Mercoledì 9 novembre, ore 15.00 – 15.45 (Sala EIMA WEB TV)

Cippatrici: durata, uso annuo e costi di manutenzione

Relatore: Raffaele Spinelli (CNR IVALSA – ITABIA)

Il seminario descrive i risultati di uno studio di lungo periodo condotto su 6 cippatrici, ove si sono registrati per un anno tutte le ore di lavoro, le quantità lavorate, i consumi, le distanze percorse etc. Inoltre, si descrivono i risultati di una seconda indagine di approfondimento pluriennale che riporta esattamente i costi di manutenzione e riparazione di 16 cippatrici, dettagliata tra le diverse componenti del cantiere: cippatrice, motrice e gru.


Mercoledì 9 novembre, ore 16.00 – 18.00 (Spazio seminari Pad. 33 ter)

Bioeconomia: le filiere promettenti per l’impiego delle biomasse

Relatori: vari (ITABIA, Chimica Verde Bionet, CREA CIN, Federcanapa, Univ. Di Foggia, Officina Naturae)

Oltre all’impiego energetico le biomasse costituiscono una preziosa risorsa per molti settori industriali fortemente interessati a produrre secondo criteri sostenibili in un’ottica di economia circolare. Questi, tra gli altri, interessano la nutraceutica, la cosmesi e detergenza, gli imballaggi, le molecole attive, le fibre, la bioedilizia, ecc. Al seminario interverranno esperti del mondo della ricerca, imprese e associazioni di settore per illustrare campi d’applicazione innovativi e buone pratiche.


Giovedi 10 novembre, ore 15.00 – 15.45 (Sala EIMA WEB TV)

Inventario forestale digitale e creazione di istruzioni di taglio

Solo in inglese
Responsible partners: TRE-COAST-FLY

Il seminario fornirà un quadro d’insieme dei sistemi digitali di rilevamento della struttura forestale, utilizzando satelliti, droni e scanner laser terrestri (TLS). I dati vengono fusi generando un Inventario Forestale 3D. Elaborando le informazioni acquisite è possibile stimare con esattezza il volume commerciale, e interpolando quest’informazione con il prezzo e la domanda locale dei diversi assortimenti legnosi è possibile determinare il valore preciso di ogni singola pianta e della particella. Lo stesso sistema è utilizzato per generare istruzioni di taglio che consentano di massimizzare il valore del legname prodotto.


Giovedi 10 novembre, ore 16.00 – 16.45 (Sala EIMA WEB TV)

Il visualizzatore SLOPE per la gestione forestale e la progettazione di linee di teleferica e il sistema di vendita telematica del legname

Responsible partners: GRA-MHG

Il seminario presenterà il visualizzatore SLOPE, uno strumento basato sull’inventario forestale 3D, sviluppato per supportare la gestione forestale, facilitare la pianificazione delle linee di teleferica, puntare il lanciatore di fune (per installare la fune portante) e visualizzare il progresso delle utilizzazioni forestali. Il seminario presenterà anche il sistema di vendita online del legname.

Programma


Giovedi 10 novembre, ore 17.00 – 17.45 (Sala EIMA WEB TV)

Le macchine intelligenti del progetto SLOPE – carrello di teleferica, il lanciatore di fune, gli attacchi automatici, il processore forestale senso rizzato

Responsible partners: GRE-COM-CNR

Il seminario presenta e descrive le funzioni dei prototipi sviluppati nell’ambito del progetto e le soluzioni tecniche adottate per sviluppare le seguenti macchine forestali: carrello autotraslante, lanciatore di fune per installazione della linea portante, attacchi di carico automatici con doppia sicurezza, processore forestale sensorizzato. 


Venerdì 11 novembre, ore 11.00 – 11.45 (Sala EIMA WEB TV)

Integrazione delle tecnologie rinnovabili nelle industrie agroalimentari; casi di successo

Relatore: Nicola Colonna (ENEA – ITABIA)

Partendo da un’analisi dei consumi energetici più rilevanti nell'industria agroalimentare europea ed italiana il seminario illustra una serie di casi studio di successo in cui una parte o la totalità dei consumi energetici fossili sono stati sostituiti con fonti rinnovabili integrando diverse tecnologie con il ciclo produttivo agroalimentare ed ottenendo benefici energetici ed ambientali. Saranno illustrati casi studio relativi a progetti realizzati da ENEA in contesti italiani od europei.


Venerdì 11 novembre, ore 12.00 – 12.45 (Sala EIMA WEB TV)

Le nuove frontiere tecnologiche per la produzione di biogas da biomasse

Relatore: Vito Pignatelli (ENEA – ITABIA)

La tecnologia per la produzione di biogas è ben conosciuta e sviluppata, e ha portato alla realizzazione di un gran numero di impianti diffusi sul territorio nazionale, in particolare nel settore agro-zootecnico. La sostenibilità economica di questi impianti è però fortemente legata agli incentivi esistenti sia per la produzione di elettricità rinnovabile sia, in prospettiva, per quella di biometano, per cui il futuro sviluppo del settore dipenderà dalla possibilità di: 1) ampliare la gamma di materie prime utilizzabili, con particolare riferimento a biomasse residuali ad alto contenuto di cellulosa, ampiamente disponibili e a basso costo; 2) migliorare l’efficienza complessiva del processo, sia per quel che riguarda la produzione di biogas sia - soprattutto in vista della produzione di biometano - incrementando significativamente il contenuto in metano dello stesso. Nel corso del seminario saranno presentati i risultati di alcune ricerche svolte preso i laboratori dell’ENEA su queste tematiche e discusse le prospettive di trasferimento e applicazione industriale degli stessi.


Sabato 12 novembre, ore 15.00 – 15.45 (Sala EIMA WEB TV)

Innovazioni meccaniche per il recupero di potature a scopo energetico

Relatore: Vincenzo Alfano (CREA-ING - ITABIA ), Massimo Monteleone Univ. Foggia, Giuseppe Toscano (Lab. Biomasse UNIVPM)

Lo sviluppo della bioenergia negli ultimi anni è indirizzato verso l’utilizzo preponderante di biomasse residuali, sottoprodotti e scarti provenienti dai comparti agroforestali ed agroindustriali. Tra i residui del comparto agricolo, le potature costituiscono un’importante risorsa per un utilizzo a scopo energetico. Nonostante l’enorme potenziale (in Italia circa 5 Mt/anno s.s.), tale preziosa risorsa è sfruttata in minima parte per ostacoli di carattere logistici ed economici tecnicamente superabili.
A tal fine la ricerca scientifica ha trovato soluzioni efficaci attingendo a fondi EU che hanno permesso la sinergia tra Enti accreditati di numerosi Paesi.
Il CREA-ING – nell’ambito del progetto europeo EUROPRUNING (Development and implementation of a new and non existent logistics chain for biomass from pruning) – ha realizzato un prototipo di  trinciacaricatrice per potature valutando anche le prestazioni di una macchina commerciale per la raccolta dei sarmenti di vite ideata l’impiego nella filiera di produzione di agripellet.
L'Univ. di Foggia e DARe Puglia - in continuità con gli esiti di EUROPRUNING – hanno avviato il progetto H2020 "uP_running", con cui affrontare gli aspetti connessi al decollo delle filiere agro-energetiche incentrate sulla valorizzazione delle potature in ambito locale, ponendo in essere iniziative in grado di favorirne l'attivazione.
Il Laboratorio Biomasse dell’Università Politecnica delle Marche illustrerà il quadro normativo e le soluzioni tecniche per la valorizzazione energetica dell’agripellet. 
Con questo seminario verranno opportunamente presentati e commentati modelli innovativi di macchine operatrici e buone pratiche di filiera.


Sabato 12 novembre, ore 16.00 – 16.45 (Sala EIMA WEB TV)

Imprese boschive del nord Italia: prospettive economiche, fattori di successo e ostacoli allo sviluppo

Relatore: Raffaele Spinelli (CNR IVALSA – ITABIA)

Il seminario descrive i risultati di un’indagine condotta su 320 imprese boschive del Nord Italia, che hanno fornito indicazioni sulla propria performance economica (profitti, perdite etc.), sui piani per gli anni futuri (espandere, ridurre, chiudere, etc.) , sui principali fattori di successo e sugli ostacoli ad una migliore profittabilità dell’impresa. Si analizzano le differenze tra diversi modelli imprenditoriali (commerciale vs. contoterzismo), tra diverse taglie d’impresa e tra diverse scelte tecnologiche. 


Per info e iscrizioni ai Seminari contattare: itabia@mclink.it, Tel. 06 7021118